A CAPODANNO SARA’ BELLO IN TUTTO IL MONDO, LO DICONO GLI ESPERTI

Le previsioni del tempo fino a capiodanno secondo gli esperti.

sunset 3

sunset 3

 

Un vasto anticiclone che si estende dalla Norvegia ai Balcani contribuisce all’apporto di aria fredda e umida sui versanti adriatici della penisola.

Lo scontro di questa massa di aria con quello della depressione centrata sul Golfo di Biscaglia genera una situazione di forte instabilità su: Campobasso, Milano3 e Basiglio, Jerago con Orago e Arsago Seprio, Oslo e Hathersage, oltre alla dispersione di un gruppo di Cicogne ritardatarie intente a fuggire dai rigori della Romania verso la temperata Sicilia.

Altrove il tempo sarà sereno, variabile o poco nuvoloso, con fenomeni di crescente intensità.

I fenicotteri di Elmas hanno dichiarato di stare bene dove stanno.

 

Previsione per Sabato 13

Il tempo sarà caratterizzato al nord da estrema casualità a causa dello scontro di masse d’aria che i book maker danno alla pari. Il modello matematico a nostra disposizione non riesce neanche a tenere i conti della spesa.

Quindi sereno, variabile a tratti molto nuvoloso con piogge e nevicate in quota tranne che per i Piani dei Resinelli, dove dei miei amici si trovano a bere e forse li raggiungo.

 

Al sud (Italia) non lo so. Visto che è dicembre presumo farà comunque abbastanza freddo, comunque non abbastanza da fermare i turisti tedeschi di San Vito lo Capo che faranno il bagno come se fosse ferragosto.

Il sole tramonterà intorno alle 4 e mezza. D’altronde siamo quasi al solstizio e questa è una certezza!

 

Domenica 14

Il meteo svizzero mette brutto al nord (per loro il sud), ma senza precipitazioni di rilievo.

Di rilievo c’è solo una cosa, i realtà: che nelle ultime due settimane il meteorologo confederato non ne ha azzeccata una neanche guardando fuori dalla finestra per descrivere lo stato attuale. Visto che ho mandato a puttane 2 lavori e uno l’abbiamo rischiato, posso dirlo con discreta certezza.

Al sud non lo so. In Sardegna spero faccia bello così i miei nipotini possono andare a giocare all’aperto

 

Lunedì 15

Con certezza vi arriverà l’addebito sul cc della carta di credito.

Altri giorni

Per altre cose come il meteo, previsioni oltre le 72 ore sono da prendere con le pinze, e poi sarà lunedì per cui… per cui, rifacendomi ai miei non colleghi che le azzardano sparando cazzate immonde sul domani, il dopodomani e addirittura per tutto l’inverno, eccovi una proposta da linkare su facebook per fare accessi.

 

Domenica 21

Durante il giorno potrebbe anche nevicare, ma la sera, in seguito al forte vento da nord sulle alpi e conseguente effetto favonico, si prevede una brusca impennata dei valori sulla pianura lombarda, che permetteranno un regolare svolgimento del PdN col Boga.

Per le festività natalizie, a causa riscaldamento globale che sta scaldando i ghiacci polari, il livello dell’acqua nel Polesine e Laguna Veneta si alzerà oltre la media, con acqua alta oltre i livelli di guardia.

In montagna le temperature potrebbero invece raggiungere i -30°. Il che non è sintomo di glaciazione: è l’inverno.

 

Il 27 dicembre

a Sodankylä per una curiosissima anomalia gravitazional-termica, pioverà merda bollente!

 Il 29 dicembre

vorrei tanto che non ci fosse vento, perché ho un volo aereo da Cagliari a Milano, come pure mi piacerebbe che il 30 facesse bello sulla riviera Ligure, Costa azzurra e Provenza, che vado vicino ad Aix a trovare degli amici per capodanno.

 

A capodanno sarà bellissimo, ovunque voi sarete.

 

Potete contarci, ho sentito un sacco di esperti!

 

 

 

 

 

 

 

 

Persi nel Peak District – La fotoromanza – 1° episodio

Trad anche nello stile di narrazione, propongo un report sotto la formula della “fotoromanza”, come nella miglior tradizione editoriale italiana.

FR_IMG_3040Un uggioso giovedì sera li vedeva ridanciani e alcolizzati partire per il Peak District.

E già i primi problemi si mostravano implacabili alla squadra!

_DSC2578 copia

Che per fortuna è composta di berretti verdi abituati ad arrangiarsi in ogni situazione!_DSC2580 copia

qualunque, anche la guida a sinistra (o destra)_DSC2737 copiaMiracolati come Lazzaro i nostri arrivano sempre in falesia, non senza problemi oggettivi!_DSC2583 copiaMa la roccia di Stanage rimette tutto a posto, e i nostri eroi cominciano le epiche scalate sul terribile GRITSTONE

_DSC2605

Il tambo apre le danze e fotte 200 anni di storia creando il primo E0 della storia.

_DSC2922

Mentre a scenette di simpatia varia allietano le giornate di panico e terrore sulle terribili vie del grit di Hen Cloud, all’apparenza un po’ muschiosette…

_DSC2639 copia

_DSC2641poi purtroppo l’aria del Grit comincia a contagiare un po’ troppo i nostri eroi, che minimizzano l’attrezzatura e, contro le indicazioni del buon Tambo, cominciano anche a scalare slegati!

IMG_3168 copiaTambo che nel frattempo risolveva il tiro su cui l’avevamo lasciato il primo giorno… Ma lui ha il polpaccio grosso e se lo può permettere…

_DSC2590 copia

E, come ogni sera a una certa…

_DSC3055

continua…

 

 

 

redemption – by hot aches, la mia recensione (altro endorsement)

È uscito Redemption, della Hot Aches, e mi sento in dovere di scrivere due righe a riguardo, ma con onestà!

 

https://www.reelhouse.org/hotaches/redemption/

Schermata 2014-12-02 a 20.11.49

occhio al voletto su friends…

Si tratta del film che racconta la storia di James Pearson. Delle sue imprese, delle cantonate che ha preso, delle banfate che ha fatto, di come MacLeod l’abbia smascherato, di come Honnold l’abbia irriso dopo aver ripetuto i suoi tiri…. Che ci crediate o no, questo troverete!

https://www.reelhouse.org/hotaches/redemption/

Questa recensione è chiaramente di parte!

901629_10153325297800790_1563708642_o

Ebbene si, li ho anche sposati!

 

Di parte per tre motivi: il primo è che il protagonista, James Pearson è un mio amico. Quindi anche se il film facesse schifo, come a un amico che esce con un cesso direi: “simpatica, intelligente” o altre cose del genere.

298389_10150437938648689_1085464857_n

James a Cadda a fare il cretino coi cretini…

 

Secondo perché usano delle riprese che ho fatto io, quindi se facesse schifo ne sarei in qualche modo rersponsabile. E forse è così!

Terzo perché ripercorre la storia della scalata nel Peak District, dove io vado coi miei amichetti a scalare appena posso, perché è uno dei posti dove il “gioco-arranpicata” mi esalta di più, anche alla mia veneranda età.

Quindi mi tocca dire delle cose su questo film-documentario.

La prima cosa è che è lungo! Il che non guasta per chi si compra un film! Almeno passa quasi un’oretta a guardare un film. La seconda cosa è che è in inglese, ma semplificato! James, avendo moglie francese, ha imparato a parlare l’inglese per i mongoli (se Caroline mi legge mi ammazza!), e anche noi italioti abbiamo una speranza di venirne fuori capendo quasi tutto!

Quindi è bello il fato che abbiano a disposizione tutto l’archivio delle cose che sono successe in Inghilterra negli ultimi 20’anni, compreso l’inizio del mitico Hard Grit, quello che a mio avviso è il più bel fil d’arrampicata di sempre. Dopo questo, ovviamente!

E, scherzi a parte, mi piace perché non è un documentario di plastica ma di carne, in cui il protagonista si mette a nudo, si prende merda i faccia da amici, parenti e comunità scalatoria. In un certo senso scappa a Innsbruck, quindi vaga in giro per il mondo e infine si allena e… Va beh, lo sapete già. E se non ci arrivate da soli…

Comprate questo film, a me non viene i tasca una lira! Ma così facendo finanziate chi fa film e ci regala ogni anno qualche cosa per cui passiamo un’ora a sognare.

https://www.reelhouse.org/hotaches/redemption/